Il nostro Staff

Persone prima di tutto

Lo speaker radiofonico di RADIO CENTRO MUSICA

Lo speaker radiofonico è una voce dell’emittente. Si tratta del ‘volto’ dell’azienda, e come tale deve essere espressione perfetta della sua linea editoriale. Sostanzialmente, lo speaker radiofonico deve incarnare tutte le componenti della propria azienda: dai jingle per passare alle sigle, dalle rubriche per arrivare alla musica.

Dire semplicemente che lo speaker radiofonico sta davanti al microfono è riduttivo. Il suo lavoro è abbastanza complesso, e richiedere grandi doti caratteriali e umane. In primis, uno speaker crea comunità: non si limita solo a parlare per il gusto di farlo, ma deve saper inviare un messaggio a qualcuno, e dunque deve essere in grado di richiamare a sé un pubblico che lo identifichi.

Inoltre, lo speaker radiofonico dà le notizie, e in certi casi le commenta per aprire dibattiti, discussione e punti di domanda che coinvolgano sempre più chi lo ascolta. A tal proposito, conduce interviste, realizza collegamenti esterni, cerca i fatti più succosi da raccontare in diretta. Tuttavia, l’impegno di uno speaker radiofonico non si ferma solo all’on air. Di fatto, anche fuori dall’azienda, uno speaker radiofonico deve restare sempre aggiornato su ciò che accade nel mondo, e sugli argomenti principali di cui la radio d’appartenenza si occupa.

Diventare speaker di RADIO CENTRO MUSICA

Chiariamo subito un punto: non esiste una strada univoca per diventare speaker radiofonico, e non c’è una definizione generale che possa darci una risposta. Innanzitutto, dipende da cosa si intende per “diventare uno speaker radiofonico”:

  • vuoi arrivare in un grande network?
  • vuoi crearti una community nella nostra radio?
  • Vuoi essere voce ed espressione di RADIO CENTRO MUSICA?

Se è la tua prima volta di fronte a un microfono, sappi che avere paura è normale. Anche ai più grandi quel brivido da palcoscenico è ancora oggi vivo e vegeto. È una sensazione che difficilmente svanisce, ma è possibile canalizzarla in un’energia positiva. Come? Seguendo ben 5 fasi:

  • credi nelle tue capacità, coltivale e affinale;
  • ammetti di essere impaurito dal microfono;
  • studia sempre l’argomento di cui stai per parlare in onda;
  • per fare pratica, scriviti su un foglio ciò che vorresti dire in radio, imparalo a memoria e ripetilo n modo non artificioso;
  • respira;
  • allenati nella dizione.

Uno speaker radiofonico deve essere in grado di parlare in modo chiaro e senza mangiarsi le parole. In poche parole, deve fare pratica di dizione. Tieni a mente una cosa: si tratta di una pratica necessaria, ma non fondamentale. Molte voci sono diventate famose grazie ai loro dialetti. Si tratta di un argomento che inficia molto sul target del proprio programma radiofonico, sulla localizzazione dell’azienda e via discorrendo. Perciò, fin da subito, allena la dizione per avere la capacità di usare le parole in modo chiaro e comprensibile, anche se stai parlando in dialetto.

Riascoltati sempre

L’air-check è una pratica necessaria e basilare per migliorare le proprie qualità di speaker radiofonico. I benefici del riascolto:

  • aiuta a migliorare la propria dizione e la propria respirazione;
  • migliora l’utilizzo degli intro e degli outro delle canzoni;
  • evidenzia come può semplificare il tuo discorso.

Questo concetto vale anche per un’altra situazione: ascolta sempre le radio. In questo modo puoi:

  • ti aggiorni su cosa viene creato dai competitor;
  • capisci come parla la radio;
  • conosci la concorrenza;
  • puoi prendere spunto per realizzare qualche tecnica originale;
  • Studi i nomi del momento.

Gli uomini di Radio Centro Musica


Marco Gollinelli

Fondatore di Radio Centro Musica, Marco proviene dal mondo della grafica televisiva, dove le sue partecipazioni a programmi come Linea Verde, Festival di Sanremo, Il mercato del sabato, Va Pensiero, Almanacco del giorno dopo e TG Uno, ha maturato una esperienza significativa nelle tecniche di comunicazione. Il suo carattere allegro e sempre incline al gioco (anche allo scherzo al punto da non far stare tranquillo nessuno di noi), le sue capacità di leader indiscusse e il suo mettersi in gioco in ogni momento, fanno di lui il nostro unico punto di riferimento. Scrittore per caso, ha al suo attivo, ben due libri: Penne di Rovo e Il ruggito della quaglia. Marco è anche un esperto di sicurezza informatica, proveniendo da una ventennale esperienza in IBM (International Business Machine) in ambito della Pubblica Amministrazione ed Enti Governativi. La sua passione per la musica, collega il tutto strettamente con quello che rappresenta la filosofia di Radio Centro Musica: Siamo noi... semplicemente noi. Marco, oltre ad essere il fondatore, è l'indiscusso Editore di questa emittente, che guida con sapienza e umiltà dal 2 maggio 2005, giorno della prima emissione radiofonica. Apprezzato e a volte contestato (non si può essere simpatici a tutti), è il punto di riferimento universale per ogni attività dell'intera emittente. Lo possiamo trovare nel suo programma Monografie, di cui è ideatore e conduttore. Marco è anche il Direttore Artistico dell'emittente.


Mons. Domenico Sigalini

Arrivato a Giugno 2020, amico e guida spirituale di Marco Gollinelli, è un vescovo cattolico italiano, dal 31 luglio 2017 vescovo emerito di Palestrina. Il 23 aprile 1966 è ordinato presbitero a Dello. Da dopo l'ordinazione e fino al 1969 ricopre l'incarico vicario cooperatore festivo a Frontignano e Bargnano di Corzano e, dal 1967 al 1991, insegna matematica nel seminario di Brescia; nel 1971 si laurea in matematica all'Università degli Studi di Milano. Dal 1971 al 1974 è vice-rettore del seminario vescovile. Dal 1974 al 1980 è vice-assistente diocesano dell'Azione Cattolica di Brescia; dal 1980 al 1991 ne è assistente. Nel 1991 viene chiamato a Roma a dirigere il Servizio nazionale per la pastorale giovanile della Conferenza Episcopale Italiana. Partecipa all'organizzazione delle giornate mondiali della gioventù di Denver (1993), Manila (1995), Parigi (1997), Toronto (2002) e soprattutto Roma (2000). Nel 2001 è nominato vice-assistente ecclesiastico generale dell'Azione Cattolica Italiana. Il 24 marzo 2005 papa Giovanni Paolo II lo nomina vescovo di Palestrina; succede ad Eduardo Davino, dimessosi per raggiunti limiti di età. Il 15 maggio successivo riceve l'ordinazione episcopale, in piazza Regina Margherita a Palestrina, dal cardinale Camillo Ruini, coconsacranti i vescovi Eduardo Davino e Giulio Sanguineti. Durante la stessa celebrazione prende possesso della diocesi. Il 3 novembre 2007 papa Benedetto XVI lo nomina assistente ecclesiastico generale dell'Azione Cattolica Italiana; il 3 novembre 2010 lo conferma nel medesimo incarico, che ricopre fino al 5 aprile 2014, quando gli succede Mansueto Bianchi, fino ad allora vescovo di Pistoia. Il 6 settembre 2011, di ritorno dal santuario della Santissima Trinità di Vallepietra, presso cui si era recato in pellegrinaggio, scivola e precipita in un dirupo. Ricoverato al policlinico Agostino Gemelli di Roma, viene dimesso il 28 ottobre "in ottime condizioni di salute". Il 31 luglio 2017 papa Francesco accoglie la sua rinuncia al governo pastorale della sede suburbicaria di Palestrina per raggiunti limiti d'età; gli succede Mauro Parmeggiani, vescovo di Tivoli, dapprima come amministratore apostolico e, dal 19 febbraio 2019, come vescovo. Ha ricoperto l'incarico di segretario della Commissione episcopale per le migrazioni della CEI. Lo possiamo seguire tutti i giorni alle ore 7 e alle ore 10 in una pillola quotidiana del Vangelo, ma anche la domenica alle ore 10 con una esegesi del Vangelo nel programma Il coraggio di cambiare.


Christian Agugliaro

Arrivato ad Agosto 2021, musicista di grande spessore e amico fidato di Marco Gollinelli, è un tecnico fonico specializzato nei doppiaggi cinematografici. A lui abbiamo affidato la cura e la gestione, in affiancamento a Pamela, di tutta la parte tecnologica dell'emittente: dalla riproduzione sonora, al restauro audiofonico; alla ricerca di nuove tecnologie per il processamento dell'audio, al mantenimento dei sistemi di trasmissione (FM, AM, Digital Radio e Internet Radio) di Radio Centro Musica.


Roberto Frizzi

Arrivato a Marzo 2021, speaker affermato di moltissime emittenti radiofoniche famose italiane, Roberto ripropone i valori oramai perduti ai giorni d'oggi: cavalleria; diplomazia; savoir-faire. Il suo modo di condurre ricorda molto nei modi l'aristocrazia anglosassone, dove un dialogo amichevole con i suoi amici Artisti, davanti ad una tazza di thé e una battuta di ironia leggera, accompagna i nostri ascoltatori in un pomeriggio diverso. Lo potete trovare nel programma Ed io tra di voi di cui è ideatore e conduttore.


Johnny Blaze

Arrivato a Settembre 2018, è il responsabile delle sedi e delle attività estere di Radio Centro Musica. Vive a Melbourne, in Australia, dove ha aperto la prima sede estera dell'emittente, ma vola spesso ad Orlando, legato da una lunga amicizia con Pamela e Diana, dove è il coordinatore e responsabile della sede Radio Centro Musica in Florida. A lui si deve la creazione del canale RCM VISION, attualmente in fase sperimentale, e alla ricerca di tecnologie all'avanguardia per offrire una esperienza visiva e di ascolto unica. Insieme a Alexis Michelakis, sta organizzando una nuova sede di Radio Centro Musica ad Atene. Lo possiamo trovare la notte, insieme a Pamela e Diana, nel programma RCM NOTTE.


Alexis Michelakis

Arrivato a Settembre 2018, dirigente nella Pubblica Amministrazione di Atene (Grecia), attualmente è impegnato nella realizzazione della nuova sede di Radio Centro Musica in Grecia insieme a Jhonny Blaze.


Gianni Ammavuta

Arrivato a Novembre 2020, nato a Firenze, dove vive e lavora, il suo segno zodiacale è il Cancro. Compositore, autore ed arrangiatore. Firma, insieme a Beppe Dati, il brano di Masini "Dieci anni" che a lungo chiuderà tutti i concerti del cantautore ed interprete fiorentino. Ha collaborato anche con Goffredo Orlandi, arrangiatore e coautore (con Beppe Dati) del brano "L'Uomo Volante", sempre di Masini, vincitrice di Sanremo 2004, in cui lo stesso Orlandi ne diresse l'esecuzione. Attingendo ad un vastissimo repertorio di canzoni scritte nell'arco di ben 25 anni, abbiamo iniziato con Gianni un nuovo, ambizioso progetto artistico mirato alla produzione musicale di giovani cantanti a cui affidare brani inediti o cantautori esordienti da coadiuvare nella stesura, arrangiamento ed interpretazione dei loro brani.


Goldenight

La voce della notte porta una sola firma: Goldenight. Possiamo dire tutto e di più su di lui, ma le uniche parole che contanto sono quelle della musica che puoi ascoltare insieme a lui. Padrone indiscusso della notte radiofonica, vive in una baita ad oltre 1.500 metri di altezza insieme al suo cane, un pappagallo ed una piccola tartaruga. Questo è il mondo di Goldenight.